È giusto crescere ora?

Dopo l’ultimo anno, ogni domanda è corretta. "Dovremmo aspettare?" “Dovremmo rimanere in sintonia con lo status quo?” "Dovremmo sgranchirci un po’ le gambe?"

È abbastanza chiaro che fra questi tre, lo status quo non ti porti molto lontano. Nessuna azienda può fare le cose nel vecchio modo e aspettarsi di avere successo nella nuova normalità. Non è neanche la scommessa migliore. Le aziende che hanno utilizzato i tempi di inattività per aggiornare le tecnologie hanno visto la loro nuova flessibilità affrontare cambiamenti e sfide imprevisti.

Ma impegnarti un po’ di più? Dove ti porta?

Ovunque. Le aziende in prima linea nella crescita del 2021 sono quelle che hanno preso le turbolenze del 2020 e le hanno trasformate in una sorta di "cultura del ripartire". Erano disposte a riconsiderare i loro processi ed erano pronte a cambiarli. Erano ansiose di rivalutare il modo in cui portano a termine il lavoro e felici di rielaborare le loro procedure. Erano in grado di allungarsi quando era più facile contrarsi e, invece di tracciare la linea, l’hanno attraversata e si sono impegnati a migliorare continuamente.

La chiave è il controllo.

Quindi sì, va bene portarsi là fuori e ricominciare a crescere. Come mostra infatti questo libro bianco congiunto SAP Concur/Deloitte, molti leader aziendali stanno guardando al 2021 come l’ anno per crescere. E lo fanno prendendo il controllo dei costi.

Questi leader (per inciso, sono leader finanziari) hanno investito in strumenti di gestione di viaggi, spese e fatture per darsi un vantaggio: Sanno cosa hanno da spendere, quindi possono prendere rapidamente decisioni definitive che guidano la crescita del business.

Non si chiedono cosa viene speso o qual è il loro budget. Lo sanno, così possono agire subito. E si impegnano a scoprire di più.

  • Stanno investendo in IA e strumenti di apprendimento automatico che forniscono analisi approfondite sulla spesa, sottolineando quali policy funzionano e quali devono essere migliorate.
  • Stanno impostando standard semplici di pre-approvazione che consentono loro di controllare la spesa prima che si realizzi.
  • Si stanno muovendo verso una policy di revisione al 100% e ottenendo una garanzia automatica e accurata che ogni spesa e ogni fattura siano corrette.
  • Stanno reclamando la loro giusta quota di 40 miliardi di euro di  recupero dell’imposta sul valore aggiunto e, poiché hanno la tecnologia per eliminare le complessità dal processo, la stanno ottenendo.

L’efficienza è sempre più efficace.

I leader finanziari che investono in questi cambiamenti non vogliono semplicemente rimettere in moto le cose, vogliono che le cose si muovano più velocemente. L’efficienza è tutto nel mondo degli affari, e questa non è una novità, ma nel nostro mondo post-pandemia nessuno può permettersi di lasciare che processi, procedure o informazioni imprecise li rallentino. Nessuna azienda può permettersi di avere “troppi dati da utilizzare”, deve essere in grado di accedere immediatamente ed esattamente ai dati di cui ha bisogno e solo ai dati di cui ha bisogno. Devono continuare ad adattarsi come hanno appreso l’anno scorso ed essere in grado di fare cambiamenti di direzione improvvisi ma significativi.

Le aziende devono adattarsi rapidamente per superare i cambiamenti nel mercato; i loro rapidi adeguamenti sono l’unico modo per andare avanti.

Questo corso di crescita, attraverso l’adattabilità, l’efficienza, il controllo dei costi e gli strumenti che lo rendono possibile, è delineato nel libro bianco, che sottolinea il motivo per cui questo è l’anno per cambiare.

Dai un’occhiata, perché è il momento.