Dov’è il vostro senso del dovere (sense of duty)?

Il duty of care non riguarda solo la sicurezza di coloro che viaggiano.

Si sa che mantenere le persone sicure, felici e produttive le rende effettivamente sicure, felici e produttive. Sembrerà la scoperta dell’acqua calda, ma dopo aver trasformato tutte le stanze di casa nostra in uffici nel 2020, ora siamo pronti a tornare là fuori in sicurezza, per divertirci e impegnarci nel nostro lavoro, e per gestire il nostro tempo e le nostre attività con maggiore efficienza.

E, più che mai, questi auspici sul posto di lavoro stanno entrando nell’ambito del duty of care.

Quindi, che i vostri dipendenti lavorino da casa, volino a Londra o semplicemente si divertano con un rinnovato senso di responsabilità aziendale (pensate alla diversità, all’equità, all’inclusione e alla sostenibilità), il loro benessere emotivo e fisico sta salendo alla ribalta. E prendervene cura è il vostro lavoro.

Stiamo ancora parlando di viaggi, giusto?

Sì, ma non solo. Per un dipendente che lavora negli angoli più remoti del globo, dovete mantenere il duty of care, ma siete anche responsabili della sua sicurezza e del suo benessere quando lavora negli angoli più remoti della sua sala da pranzo.

E ora che abbiamo imparato che il lavoro da remoto non riduce la produttività, le aziende stanno lavorando sul trovare il modo di mantenere i dipendenti felici, sani e coinvolti, indipendentemente da dove si trovino le loro scrivanie. Secondo un recente documento strategico sul duty of care di SAP Concur intitolato Più di una questione di sicurezza, duty of care come chiave per la resilienza: “mitigare le esposizioni a salute e sicurezza per i dipendenti sta rapidamente diventando una delle più importanti strategie di resilienza e gestione del rischio per le aziende”.

La salute e il benessere sono arrivati in cima all’agenda e sul tavolo della sala riunioni, e non si tratta solo di essere in buona salute: questa volta si tratta delle persone che lavorano lì. Il documento prosegue con la discussione dei modi in cui le organizzazioni stanno sviluppando una “cultura della sicurezza” più olistica, delineando la necessità di:

  1. Coinvolgere tutti i reparti necessari.
  2. Fornite informazioni ai dipendenti.
  3. Mettete la sicurezza al centro delle policy sui viaggi.

Quindi sì, stiamo parlando anche di viaggi, perché stanno ripartendo e le persone hanno voglia di uscire.

Secondo una ricerca condotta da IHG, ad esempio, al 40% dei viaggiatori d’affari manca il poter incontrare fisicamente i clienti. Al 50% mancano le relazioni significative che si riesce a costruire nei viaggi aziendali. E il 45% afferma che i viaggi di lavoro migliorano l’umore e rafforzano la motivazione.

Vedete com’è tutto collegato? Lavoro da remoto, lavoro mobile, luoghi di lavoro responsabili: sono tutti collegati al duty of care e ciascuno deve supportare la salute emotiva e fisica della forza lavoro. Per sostenere tutto questo, le aziende si stanno dotando di tecnologie capaci di garantire ai viaggiatori e agli altri dipendenti sicurezza e informazioni, assicurando al contempo che il ROI non venga misurato solo in dollari, ma in termini di sicurezza, efficienza e sostenibilità.

Il whitepaper di SAP Concur contiene un elenco di elementi essenziali da considerare nel valutare una qualsiasi soluzione incentrata sulla sicurezza:

  • Strumenti di monitoraggio e visibilità
  • Canali di comunicazione 24 ore su 24
  • Una risposta medica o di sicurezza immediata quando si hanno i minuti contati
  • Un modo per anticipare ed evitare problemi di sicurezza specifici della località prima dell’arrivo dei viaggiatori
  • Adeguamenti rapidi della logistica di viaggio quando cambiano i piani o gli itinerari
  • Supporto al prelevamento, in caso di necessità

In qualsiasi modo guardiamo la faccenda, il duty of care è sotto i riflettori. E quanto migliore sarà la percezione dei vostri dipendenti su dove stanno andando (o non stanno andando) al lavoro, tanto meglio sarà per la vostra azienda.

Scaricate il documento strategico per scoprire come prendervi cura dei vostri dipendenti può stimolare la resilienza all’interno dell’organizzazio